Bouquet da sposa: idee e consigli su come sceglierlo

Irrinunciabile accessorio, il bouquet da sposa merita un’attenzione particolare. Forma, tipologia di fiori, stile e colore: come scegliere quello perfetto? Niente panico, seguite i nostri consigli; questa è una guida completa per non sbagliare!

Bouquet da sposa
Bouquet da sposa

press to zoom
Bouquet da sposa
Bouquet da sposa

press to zoom
1/1

Il bouquet deve compensare l’abito

Secondo la tradizione il bouquet da sposa rappresentava l’ultimo regalo che il futuro marito porgeva in dono alla sua amata prima delle nozze. Oggi però questo significato sta perdendo valore e il celebre mazzolino di fiori diventa sempre più un accessorio ricercato e vezzoso, indispensabile per completare il look di colei che si recherà all'altare!

Colore, forma e tessuto dell’abito sono aspetti importanti da tenere a mente quando si sceglie il bouquet. Quest’ultimo, infatti, è l’accessorio della sposa per eccellenza e deve essere in perfetta armonia con l'intero look, soprattutto con l’abito. Come regola generale, considerate che per abiti da sposa semplici o minimal, che dir si voglia, potete osare con un mazzo di fiori elaborato per dare quel tocco in più al vostro stile; mentre per abiti molto elaborati, che prevedono anche il velo, meglio optare per un bouquet più sobrio, in grado di compensare il look, senza renderlo troppo "carico".

La forma del bouquet in base all'abito

Non sapete da dove cominciare? Eccovi qualche linea guida su come scegliere il bouquet da sposa in base all'abito:

  • Bouquet compatto e rotondo: senza troppi fronzoli, va bene per abiti da sposa corti oppure a tubo;

  • Bouquet voluminoso: con fiori grandi o con lo stelo lungo, si adatta perfettamente ad abiti da sposa stile impero, dal taglio semplice ma sofisticato;

  • Bouquet a cascata: molto romantico, questo tipo di bouquet va bene per abiti da sposa a sirena con lo strascico. Attenzione alla vostra statura: questo tipo di bouquet funziona meglio per le spose mediamente alte!

  • Bouquet con unico fiore: si tratta di una scelta insolita ma pur sempre elegante e raffinata. Va bene per abiti aderenti, a sirena o a colonna. La peonia è un fiore che si presta molto per essere usata singolarmente grazie alla sua forma così ampia e consistente; che si tratti dei vostri centrotavola DIY o di un bouquet di peonie singolo il risultato finale è comunque d'impatto.

 

Abito classico, bianco assicurato!

Tradizionale, classico e totalmente allineato all'immaginario tipico dei matrimoni. Se questo è lo stile che avete scelto per il vostro gran giorno anche il bouquet che terrete tra le mani recandovi all’altare dovrà mantenere le caratteristiche tipiche di una cerimonia nel volere della tradizione.
I fiori più indicati sono senza ombra di dubbio le rose bianche, simbolo per eccellenza di purezza e amore sincero, ma ciò non significa che altre tipologie di fiori nelle tonalità del bianco non siano concesse, come ad esempio le romantiche orchidee.

Se desiderate attribuire una sfumatura moderna al vostro aspetto, prendete in considerazione l’idea di inserire un tocco di colore: qualche rosellina dalle tonalità pastello che spicca nel mezzo di un bouquet interamente bianco sarà quel dettaglio distintivo della vostra personalità che non andrà però a rompere l’equilibrio della tradizione.

Nuance romantiche per le principesse

Gli abiti delle principesse delle fiabe vi hanno fatto sempre sognare? Per il vostro bouquet allora prendete ispirazione proprio dal favoloso mondo incantato! Nonostante presenti alcuni punti in comune con lo stile classico, un look principesco si differenzia per quel romanticismo dall'allure maestosa tipica proprio delle protagoniste delle favole. Un bouquet di peonie o di rose sono sempre i prediletti, ma in questo caso potrete giocare con tonalità differenti purché tenui e sempre a seconda del colore del vostro abito, cercando di mantenere sempre una certa armonia cromatica. Non abbiate paura di arricchire la vostra composizione con dettagli scintillanti e sfarzosi, vi basterà aggiungere qualche strass o una decorazione di brillantini.

Minimal-chic: essenziale e d'impatto

Ma c’è anche chi a un fastoso look principesco preferisce uno stile più minimale, fatto di linee pulite e senza troppi decori. Se questo è il vostro caso, probabilmente avrete anche scelto di celebrare le vostre nozze indossando un abito da sposa semplice, completo di accessori di classe che rappresentino quel gusto. A questo punto la vostra composizione floreale non potrà che essere essenziale e ordinata ma con quel pizzico di originalità che renda il vostro outfit nuziale assolutamente esclusivo.

Potete optare per un fiore dalla grande corolla come il girasole, il giglio, la protea e anche la peonia; mentre -se preferite un bouquet più consistente- potete riunire tre o quattro fiori in un unico piccolo mazzo di dimensioni ridotte, che andranno a creare un bouquet contenuto e semplice, magari raccolto con un semplice nastro di raso.

Un altro fiore che si sposa bene con un abito da sposa minimal è la calla che, grazie al suo stelo dritto e essenziale, dona un'aria ordinata ed elegante, senza troppi eccessi.

Un bouquet... senza fiori!

Per il vostro outfit nuziale avete deciso di osare con un abito da sposa corto, all'avanguardia e del tutto fuori dagli schemi? Allora non potete perdervi l’opportunità di esibire un bouquet che lasci tutti i vostri invitati senza parole! Al posto di un mazzo di fiori potrete tenere tra le mani una composizione realizzata con frutta, verdura e ortaggi vari, ancora meglio se freschi e di stagione!
Ma per esprimere il vostro gusto estroso concedetevi la possibilità di utilizzare qualsiasi tipo di elemento nella realizzazione del vostro originalissimo bouquet da sposa: stoffe, bottoni, tessuti e ogni altro materiale che vi salti per la mente.

Ricordatevi, però, che -come già anticipato- il bouquet da sposa dovrà essere proporzionale all'altezza e silhouette della sposa. Se siete alte, potete optare per un mazzo alto, tipo a cascata o a stelo lungo. Al contrario, è preferibile un bouquet più contenuto.

Altra regola da non sottovalutare: il bouquet deve essere comodo! A volte un bouquet può essere fastidioso da portare, soprattutto se si considera che va sostenuto diverse ore. Se già avete deciso quale sarà il vostro, fate una prova con un campione per controllare che non sia scomodo. Se non vi convince, cambiatelo: è molto importante che quel giorno stiate a vostro agio in ogni momento.

Quali fiori scegliere

Anche se oggigiorno è tutto disponibile, raccomandiamo di usare sempre fiori di stagione. Il vostro fioraio sarà in grado di consigliarvi sapientemente. D'altronde, anche l’olfatto vuole la sua parte. Il bouquet da sposa vi accompagnerà durante tutta la giornata ed è importante che il suo profumo sia fresco e inebriante. Scegliete i fiori non solo in base all'aspetto e al colore ma anche in base all'odore. Chiudete gli occhi e annusate i fiori, scegliete quindi tra quelli che vi trasmettono più emozioni.

C’è da considerare anche un altro aspetto: quali fiori si mantengono freschi più a lungo. Si tratta di un aspetto chiave, soprattutto per quanto riguarda i matrimoni estivi. Per cui, chiaritelo con il fioraio e fatevi consigliare: sarà meglio "accontentarsi" di un fiore resistente e di stagione, piuttosto che optare per uno troppo delicato, destinato a durare soltanto poche ore!

Non dimenticate l’acconciatura

Come abbiamo già detto, il bouquet deve compensare l’abito ma -come ogni elemente delle nozze- deve essere in armonia con lo stile della sposa. Questo implica che, oltre che con l'abito, il bouquet da sposa deve abbinarsi alla perfezione anche con l'acconciatura scelta. Attenzione quindi se la vostra idea è rivolta verso alcune tipologie nello specifico, in particolare un semi-raccolto, che potrebbe prevedere l’uso del velo e/o di altri fiori, come ad esempio fermagli, coroncine, ecc. Assicuratevi che il fioraio abbia chiaro il look che desiderate ottenere. Infine anche il make-up è importante: un trucco sposa naturale e non troppo appariscente farà risaltare i colori dei fiori che comporranno il vostro bouquet.

Il linguaggio segreto dei fiori

Le più tradizionaliste, scaramantiche o romantiche potranno scegliere il bouquet da sposa in base al significato dei fiori. Avete mai letto il libro "Il linguaggio segreto dei fiori" di Vanessa Diffenbaugh? Be', è il momento di farlo! Ogni fiore –o quasi!– ha il suo significato e, per chi ci tiene, è importante da tenere in considerazione nella composizione del bouquet. Ad esempio, la rosa indica devozione, il giglio purezza ma anche nobiltà d’animo e perseveranza; l’iris simboleggia la fede e la speranza, il giacinto la fedeltà in amore, mentre calle e orchidee rappresentano la femminilità. Questi sono solo alcuni dei fiori più utilizzati nell'elaborazione del bouquet da sposa, ma ce ne sono tanti altri con altrettanti significati!

Quanti tipi di bouquet da sposa esistono?

Rispondere a questa domanda è arduo o forse impossibile. È meno rischioso rispondere "infiniti" che snocciolare un numero preciso. Quello che possiamo fare per chiarirvi le idee, però, è darvi qualche spunto per la realizzazione del vostro bouquet, mostrandovi qualche combinazione possibile. Dai più classici ai bouquet da sposa particolari, ecco una piccola carrellata di bouquet da sposa di tendenza.

Chi e spettinato: una forma insolita

L’idea alla base di questa tendenza è proprio quella che vediamo in numerose acconciature sposa semiraccolte dove ciocche e trecce sembrano essere state realizzare un po' per caso, quando in realtà c’è una logica strutturale di fondo ben precisa. Accade quindi che per i bouquet spettinati, i fiori, la forma e la struttura appaiano quasi improvvisate con fiori di campo appena raccolti, celando invece una precisa idea del floral designer di voler sorprendere facendo leva sui contrasti cromatici e sulle lunghezze. Sceglietelo se non volete un bouquet scontato e già visto!

Bouquet con foglie: il verde che decora

Un'idea per arricchire il bouquet è quella di decorarlo con punte di colore verde. Le foglie si intonano perfettamente a matrimoni in stile boho chic, all'aria aperta, in eleganti giardini. Potete scegliere se farle diventare le uniche protagoniste del vostro bouquet dal fascino green o se mixarle e intrecciarle a piccoli fiorellini. Felce, eucalipto e ulivo saranno tra i protagonisti di questa proposta.

Inserti naturali: il tocco di classe

Ormai la maggior parte delle richieste relative ai bouquet da sposa non comprendono più l'aggiunta gioielli o applicazioni artificiali come i glitter. Insomma al bando tutto ciò che non è naturale. Il tocco di classe, invece, è rappresentato da quegli inserti naturali che possono richiamare la stagione o il tema delle nozze: bacche, lavanda, spighe, peperoncini, ravanelli, pigne, baccelli di vaniglia o piccoli frutti non ancora maturi, perfetti anche come boutonnière per l’abito da cerimonia uomo. Che ne dite di un bel bouquet da sposa con peperoncini per rendere il tutto più divertente?

Ricordatevi sempre che il bouquet da sposa è un dettaglio molto importante, perché oltre a definire la vostra personalità, aiuta a dare ulteriore risalto all'abito, al trucco e all'acconciatura; per cui non potete sbagliare! È poi un elemento fondamentale, non solo per il look, ma in quanto a significato, nonché uno dei simboli del matrimonio che vale la pena conservare.